Perché ho sempre sete?

Avere sempre sete,  e dunque bere molto più di quei due litri d’acqua al giorno che i medici consigliano, può essere sinonimo di qualche tipo di patologia e per questo tale necessità merita un approfondimento dal punto di vista medico.

Soprattutto nel caso in cui le origini di questa sete anomala siano inspiegabili, e non vi sia dunque un reale motivo per bere così tanto, potrebbe essere utile effettuare un teleconsulto medico e ricevere il parere di un esperto in merito.

Solitamente infatti, può capitare di avere la necessità di bere più del solito, ma il più delle volte ciò accade quando si verificano determinate condizioni.

Parliamo ad esempio di una giornata in cui andiamo a sudare più del normale, momenti in cui consumiamo dei pasti particolarmente piccanti o salati,  l’aver mangiato una pizza oppure avere la febbre.

In questi casi infatti può essere normale avvertire la necessità di bere più del solito, e nel momento in cui andiamo a reintrodurre il giusto livello di liquidi tale irrefrenabile voglia di bere si arresta.

Perché beviamo acqua?

Bere acqua è una condizione naturale per la quale andiamo ad introdurre dei liquidi all’interno del nostro organismo.

Tali liquidi sono fondamentali per il corretto funzionamento dei nostri organi ed il benessere del corpo in generale, considerando tra l’altro che esso è costituito al 70% da acqua.

È bene ricordare infatti che introducendo liquidi nel corpo andiamo ad introdurre anche importantissimi sali minerali, dei quali abbiamo un notevole bisogno.

Bisogna comunque dire che in determinate condizioni la necessità di bere si avverte meno. Ciò è vero soprattutto per gli anziani, i quali tendono a bere meno di quanto dovrebbero, o si verifica in determinati i soggetti che assumono degli specifici farmaci i quali possono fare avvertire molto di meno la necessità di bere.

Vi sono dunque alcuni casi in cui è nota la reticenza nel bere a sufficienza proprio perché il soggetto non ne avverte la necessità.

Quali possono essere i motivi per i quali si beve troppa acqua?

Sicuramente i motivi possono essere di origine psichiatrica, ma non solo. Potrebbe trattarsi di una diminuzione dei liquidi presenti nel corpo dovuti ad esempio ad un diabete o al consumo eccessivo di alcolici.

Ad alimentare questo fenomeno possono essere anche dei farmaci diuretici, gli antidepressivi, una insufficienza renale o una emorragia.

Cosa succede se si beve troppa acqua?

Come accennato, il 70% del nostro corpo è costituito da acqua e per questo abbiamo grande bisogno di assumerla quotidianamente.

Il consiglio è dunque quello di bere almeno due litri d’acqua ogni giorno, così da permettere all’organismo di funzionare al meglio.

Cosa succede invece se si beve una quantità decisamente superiore? Soprattutto se grandi quantità d’acqua vengono ingerite nell’arco di poco tempo, senza che in realtà il nostro organismo ne abbia realmente bisogno, è possibile andare incontro a determinate problematiche e tra queste la diminuzione della concentrazione di sodio, la quale può avere conseguenze dannose.

In questo caso i sintomi più lievi possono essere quelli della nausea o diarrea, mentre quelli più importanti possono essere anche pericolosi.

Conclusione

Quando si riscontra una necessità eccessiva di bere, constatando che in effetti si va ben oltre 2 litri giornalieri consigliati, è bene chiedere un parere al proprio medico per cercare di capire quali potrebbero essere le cause.

Se i motivi non sono momentanei, e dunque relativi a qualcosa ad esempio che si è appena mangiato, il problema potrebbe essere patologico ed in questo caso è bene individuare esattamente la natura di tale necessità, così da poter rimediare.

Scroll to top