BRUXELLES BOCCIA LA FINANZIARIA ITALIANA? L’ITALIA DEVE METTERE IL VETO SUL BILANCIO UE

La Commissione Europea ha preannunciato la volontà di bocciare la Legge Finanziaria del Governo italiano, perché “troppo espansiva” (ovvero lascia troppi soldi nelle tasche degli Italiani) e quindi contraria ai vincoli del Fiscal Compact. Diventa inevitabile uno scontro politico tra l’austerity imposta da una Commissione a fine mandato e le forze Sovraniste che invocano più…

Una Petizione popolare per il veto italiano sul bilancio pluriennale europeo

Siamo in un momento cruciale per il futuro dell’Italia e del “Governo del cambiamento”: le recenti polemiche suscitate dalla Commissione Europea dopo la presentazione del Documento economico e finanziario riportano all’attualità del dibattito politico il rapporto tra Stati Sovrani e Unione Europea, reso sempre più problematico e difficoltoso a causa del dirigismo di Bruxelles, ancorato…

Una Petizione popolare per il veto italiano sul bilancio pluriennale europeo.

Siamo in un momento cruciale per il futuro dell’Italia e del “Governo del cambiamento”: le recenti polemiche suscitate dalla Commissione Europea dopo la presentazione del Documento economico e finanziario riportano all’attualità del dibattito politico il rapporto tra Stati Sovrani e Unione Europea, reso sempre più problematico e difficoltoso a causa del dirigismo di Bruxelles, ancorato…

UNA PETIZIONE PER IL VETO ITALIANO AL BILANCIO EUROPEO

Il Governo italiano è impegnato in una trattativa molto dura con la Commissione, avendo proposto una manovra economica finanziaria che prevede un rapporto Deficit/Pil superire a quello previsto dai Trattati europei. Il 2,4% di rapporto Deficit/Pil, previsto per manovra governativa, è infatti nettamente superiore al 1,6% proposto inizialmente dal Ministro Tria, in linea con il…

UNA STAGIONE DI MOVIMENTISMO PER ESSERE PROTAGONISTI NEL POLO SOVRANISTA

La stagione politica che stiamo vivendo si preannuncia come una delle più decisive della storia recente della nostra Nazione. Mai come in questi mesi il conflitto politico è stato aspro e frontale: da una parte l’establishment, i vecchi e nuovi poteri della globalizzazione e i partiti tradizionali dello scenario italiano ed europeo, accomunati dalla retorica…